Presti mai attenzione alla gestualità quando comunichi davanti al tuo pubblico?

La gestualità. Che parola complicata. Trovi?

Assolutamente no.

Con il giusto esercizio pratico anche Tu puoi diventare un bravo oratore e ottenere i risultati che cerchi dalla tua comunicazione.
Che si tratti di una presentazione aziendale, di un discorso davanti al tuo Team di lavoro o di qualsiasi altro contesto in cui sono presenti più persone ad ascoltare quello che stai dicendo (o meglio comunicando) sia a livello verbale che non verbale.

Perché utilizzo il termine “non verbale”?
Perché il non verbale (e in questo caso la gestualità) è uno degli aspetti da non sottovalutare mai, considerando che nella maggior parte delle nostre comunicazioni spesso non prestiamo attenzione a come ci muoviamo e alla postura in generale. La postura dice molto su di te!

Nel caso delle mani, per esempio, quante volte ti è capito di ascoltare una persona in mezzo ad un pubblico e, nonostante le parole ricche e forbite, poi le sue mani ti comunicavano tutt’altro?
Dimmi la verità, l’hai anche commentato sotto voce?
O magari lo ha fatto la persona seduta accanto a Te! Vero?
E se fossi stato tu la persona a parlare sopra a quel palco e davanti a quel pubblico?
Come ti saresti comportato?
Cosa avresti fatto?

In questi casi (convieni con me che) la parola d’ordine è Consapevolezza:

  • Consapevolezza di chi sei
  • Consapevolezza di dove vuoi arrivare
  • Consapevolezza di cosa vuoi comunicare

Inoltre, oltre all’aspetto della consapevolezza ti suggerisco qualche piccola ma significativa indicazione: mostra le tue mani! non nasconderle.
O meglio, quando compari di fronte al tuo pubblico inizia col tenere le braccia lungo i fianchi, per poi muovere le tue mani nel caso in cui desideri sottolineare l’importanza del concetto che stai comunicando in quello specifico momento.
(Ovviamente senza scimmiottare troppo la tua persona e i tuoi contenuti. Ricorda sempre di rimanere elegante).

Tenere le mani in vista è un chiaro segnale di apertura!
Allo stesso tempo, se puoi evita di toccarti addosso e di strofinare le mani (quello che possiamo definire come auto-contatto insomma!).

Sono consapevole che parlare in pubblico prevede un grande impegno (soprattutto per la continua gestione emotiva di fronte a contesti e nuove situazioni), ma tutto è realizzabile con la volontà e l’impegno costante.

Oltre a ciò, ti posso assicurare che imparando a comunicare adeguatamente di fronte ad un vasto numero di persone poi sarai capace anche di affrontare qualsiasi ostacolo di qualsiasi natura.

Dammi retta.
Non provarci.
FALLO!

Soddisfa le tue curiosità e facci le tue domande scrivendoci all’indirizzo e-mail coaching@dsbitalygroup.com

Il nostro motto è:

Fai quello che gli Altri non Fanno!

(Andrea Trevisi)